venerdì 15 dicembre 2017

Abitare gli abiti, dalla casa al look: lo stile Classico Chic _2/2 [moda+fotografia]

Ecco a voi altre due versioni dello stile Classico Chic per Natale e non solo: un outfit più giovanile (adatto anche a un'adolescente) che unisce a sorpresa un blu intenso e regale a linee bon ton e gioielli classici, ed uno più informale ma sempre molto raffinato, da signora in vacanza in alta montagna.


3. Zaffiro
Una nuova nota blu, in armonia col classico

mercoledì 13 dicembre 2017

Abitare gli abiti, dalla casa al look: lo stile Classico Chic _1/2 [moda+fotografia]

Mancano due settimane al Natale e poco più alla fine dell'anno: entro quella gioiosa data vi passerò in consegna gli ultimi due stili di arredamento proposti da Maisons du monde, con tutti i look ad essi ispirati.
Per far ciò mi tocca correre un pochino e allo stesso tempo (visti gli impegni che non mi abbandonano) "spezzare" i post in due, pubblicandoli in via eccezionale di mercoledì e venerdì.

Oggi iniziamo con lo stile Classico Chic, che racchiude il gusto di una raffinata tradizione in un insieme di elementi/materiali sobri ed eleganti. Con un tocco di lusso antico che però non va mai oltre le righe; come nei tavoli e poltrone dalle linee rococò appena accennate, col legno lasciato grezzo e le dorature che si spostano altrove o spariscono del tutto. Come il velluto che richiama salotti d'altri tempi, ma in rigorosa (e vibrante) tinta unita. Dalla casa al look, vediamo susseguirsi tessuti importanti, tagli romantici e accessori preziosi: un mix particolarmente adatto all'inverno e alle sue Feste, dove brillare per un'eleganza che non passa mai di moda.

Ecco due prime interpretazioni dello stile Classico chic; venerdì ne scoprirete altrettante, in totale quattro outfit da festa per signore/signorine bon ton :)



1. Boudoir
La vita in rosa con sfumature dorate


lunedì 4 dicembre 2017

Ispirazioni d’inverno: tenerezza alle stelle [moda+fotografia]

Miei cari Musetti, siamo arrivati a dicembre e l'aria di Natale ormai comincia a farsi sentire. Come sapete ultimamente sono stata catturata dal fascino delle foto di arredamento e dalle felici combinazioni di stile tra casa e look, e presto ci rivedremo per proseguire con gli outfit dedicati; oggi voglio rimanere in tema però con un post più evocativo e "sognante".
Mi sono imbattuta nelle proposte casa di Esprit, un brand di moda che conoscevo appunto per l'abbigliamento e mi ha piacevolmente sorpreso con la sua attuale collezione di accessori home. Dal bagno alla cucina passando per una serie di soffici cuscini, è tutta giocata su toni neutri tra il candido e il grigio perla, con piccoli tocchi dorati e argentati, tra fiocchi di neve e stelle.





Proprio le stelle sono l'elemento che per originalità più mi ha colpito di questo armonioso insieme squisitamente invernale; stelle tenere e raffinate, sparse in modo apparentemente casuale (e perciò tanto più interessante) sui tessuti di cuscini, plaid, tovaglie e tovaglioli, grembiuli da cucina, biancheria per il bagno. Trovo che portino una ventata di freschezza nell'atmosfera della casa in festa; chi è amante della tradizione apprezzerà senz'altro i "classici" fiocchi di neve come motivo decorativo, ma chi è alla ricerca di qualcosa di nuovo potrà orientarsi... sulle costellazioni :) (niente male neanche la soluzione di mescolare i due temi, complice la gamma di toni cromatici in comune).

Come ormai mio solito ho giocato di trasposizione con l'elemento di home decor: in questo caso appunto le stelle, che ho "proiettate" su capi d'abbigliamento altrettanto evocativi e perfetti per le Feste, dalle serate scintillanti ai momenti più rilassati.
A voi scoprire tutte le note di questa astrale sinfonia :)



venerdì 17 novembre 2017

Muse in stand-by

Vi chiedo di nuovo un po' di pazienza, in questo periodo sono subissata di impegni e mentre lavoro mi tocca mettere a nanna le Muse.
Tra una settimana però si risveglieranno più fresche di prima :)


mercoledì 15 novembre 2017

Abitare gli abiti, dalla casa al look: lo stile "modern design" [moda+fotografia]

Oggi andiamo alla scoperta di un altro degli stili di arredamento proposti da Maisons du Monde per l'anno 2017: lo stile modern design.
Si caratterizza per linee pulite e geometriche, un'impressione di minimalismo ma anche la presenza di dettagli studiati che danno carattere sofisticato all'insieme.
Le tinte sono neutre o pastello, chiare e fredde, con tocchi di metallo e legno a dare calore; su tutte dominano il grigio chiaro e il bianco, che insieme sanno conferire un senso di purezza e composta eleganza ad ogni arredamento (ed ad ogni look), anche il più casual.

Ecco, parliamo di abbigliamento: per seguire lo stile "modern design" dalla casa al look occorre giocare il tutto sulle ultime tendenze della moda (ecopellicce, maxi-cappotti, cuissardes...) unite a capi semplici e sporty-chic e ad accessori originali e "di design": scarpe con tacchi scultura o intagli nella tomaia, borse dalle forme particolari in materiali di moderna concezione, gioielli geometrici o con materiali classici (perle, brillanti...) svecchiati e rivisitati in chiave contemporanea.

Scopriamo ora insieme quattro declinazioni cromatiche dello stile Modern design:

1. Urban soft
Grigio, rosa e bianco scandinavi

lunedì 13 novembre 2017

Meno due giorni a...

Per chi si aspettava un post moda+cinema/letteratura mi scuso ma non sono riuscita a preparare niente, ma se tornerete mercoledì troverete un nuovo stile casa-look con tante ispirazioni sia per l'arredamento che per gli outfit autunnali!
A presto!

venerdì 10 novembre 2017

Steampunk cats /2 [moda+pittura]

Buon venerdì Musetti, con il post di oggi si conclude la rassegna sul mondo steampunk e... sui gatti a tema, questa volta disegnati, dipinti e "papiercollati". Ammirate e lasciatevi affascinare, buona visione!

PS: dove possibile ho specificato titolo e autore

"Steampunk Kitty" - Gerrel Saunders {feline cool cat animal drawing}
Steampunk Kitty, by Gerrel Saunders

mercoledì 8 novembre 2017

Steampunk cats/1 [moda+fotografia]

Vi ho lasciati un attimo in sospeso ma oggi vi svelo la sorpresa: ho deciso di proseguire anche questa settimana col tema Steampunk e di dedicarla... ai gatti! Sì lo so in questo caso la moda c'entra poco, ma non potevo resistere al fascino di questi splendidi micioni bardati di tutti gli accessori che abbiamo già visto addosso alle ragazze di settimana scorsa. Monocoli, occhialoni, orologi a cipolla, ruotine e meccanismi di ogni tipo... tutto l'armamentario del perfetto steampunk, insomma :)
Una summa adorabile per gli amanti dei gatti e di questo strambo genere letterario/modaiolo, che grazie ai felini potrà far breccia anche nel cuore di molti altri ;)

Per il misterioso e magnetico fascino degli steampunk cats ci vuole un adeguato
sottofondo musicale, come quest'altro ottimo pezzo di Paul Roland: "Aleister Crowley",
ispirato al padre dell'occultismo.

Buon ascolto e buona visione!

steampunk

venerdì 3 novembre 2017

L'arte Steampunk e le sue muse [moda+pittura]

Abbiamo affrontato il tema steampunk in varie salse e non poteva mancare quella artistica, declinata tra pittura e grafica. Gli spunti estetici e fashion che troverete oggi hanno come protagoniste ragazze  steampunk da sogno e spaziano tra lo stile sexy-fumettistico (un po' alla Guido Crepax) delle copertine di "Lady Mechanika" - rivista a fumetti creata da Joe Benitez, le atmosfere da illustrazione fiabesca e alcune opere più singolari, che un po' mi ricordano il dadaismo o un moderno Arcimboldo.
La cosa che mi piace di queste muse, oltre all'estetica, è che sono personaggi interessanti: si intuisce che molte di loro hanno un ruolo attivo in avventure fantascientifiche d'altri tempi, combattono, risolvono misteri, si spostano su mezzi incredibili (che uniscono il fascino del vintage alla meraviglia tecnologica). Credo proprio che ne approfondirò l'aspetto letterario e che amplierò la mia piccola biblioteca di fantascienza con qualche opera steampunk!

Fantastic worlds by Jon Foster
"Mondi fantastici" by Jon Foster

martedì 31 ottobre 2017

Steampunk for Halloween - e non solo! [moda+fotografia]

Eccoci al secondo appuntamento con il fenomeno steampunk, oggi entreremo nel vivo con una rassegna di fotografie a tema in cui persone reali - donne in particolare - posano indossando il loro abbigliamento preferito. Piccolo ripasso: si tratta di un mix di capi vittoriani (corsetti, merletti, velluto, ampie gonne,...) e accessori tecnologici sempre dell'800 (occhialoni da lavoro, binocoli, meccanismi di automi...). Ho pubblicato il post prima del consueto e ho citato Halloween perchè siamo proprio al 31 ottobre e... non trovate anche voi che un costume di Halloween in stile steampunk sarebbe un'idea davvero originale? Sfruttando gli elementi più dark o calandovi nella parte di un personaggio del passato potreste fare un figurone; e anche la musica a tema può essere un'ottima colonna sonora ;) 
Ad ogni buon conto, felice viaggio nel mondo della moda steampunk!


Steampunk. Alexandra by Allsteam

lunedì 30 ottobre 2017

Steampunk: dalla nascita del fenomeno al grande schermo [moda+cinema]

Buongiorno Musetti, iniziata bene la settimana? Qualcuno sta approfittando del ponte?
Come promesso inauguriamo una tripletta di post dedicata al fenomeno steampunk, che ho scoperto di recente e che mi ha molto incuriosito.

Lo steampunk è all'origine
un filone della narrativa fantastica fantascientifica che introduce una tecnologia anacronistica all'interno di un'ambientazione storica, spesso l'Ottocento e in particolare la Londra vittoriana dei romanzi di Conan Doyle e H. G. Wells.
Le storie steampunk descrivono un mondo anacronistico (a volte un'ucronia) in cui armi e strumentazioni vengono azionate dalla forza motrice del vapore (steam in inglese) e l'energia elettrica torna a essere, come nella fantascienza ottocentesca, un elemento narrativo capace di ogni progresso e meraviglia; dove i computer sono completamente meccanici (...). Un modo per descrivere l'atmosfera steampunk è riassunto nello slogan "come sarebbe stato il passato se il futuro fosse arrivato prima" [da Wikipedia]

Lo steampunk è un genere diventato trasversale e ispiratore in numerosi settori culturali, passando dalla letteratura al cinema, all'arte, ai fumetti, alla musica, ai videogiochi...
Segno distintivo è il riferimento ad atmosfere e tecnologia dell'800 e della Rivoluzione Industriale, all'insegna della meccanica e del vapore; però associati a vicende fantascientifiche/fantasy o comunque stranianti rispetto alla realtà oggettiva di quell'epoca.

Come arriviamo all'ambito della moda?
Succede perchè lo steampunk inizia ad intrigare alcuni appassionati delle subculture punk e gothic, che vi vedono un interessante filone di espressione affine ai loro gusti. Lo interpretano così sia in chiave musicale (con la nascita di gruppi di nicchia che si dichiarano steampunk), sia nel comunicare se stessi attraverso la moda e l'arredamento.

La "moda steampunk" non ha canoni definiti, ma tenta piuttosto di rispondere alla domanda "cosa sarebbe successo se punk, goth e rivet fossero vissuti in epoca vittoriana?". Le risposte possono consistere in acconciature alla moicana, o massiccio ricorso al piercing, oppure corsetti e sottovesti a brandelli, o completi vittoriani con occhiali di protezione e stivali con fibbie a suola larga.[da Wikipedia]

Nel cinema, si può considerare steampunk (anche solo in parte) ogni opera incentrata sulla fantascienza ottocentesca classica (es. i film tratti dai romanzi di Verne, oppure quelli d'epoca di Meliès), ma anche i fantasy che mescolano epoche diverse - sempre comprendendo la tecnologia dell'800, che rimane imprescindibile.
Vi propongo ora una serie di film d'ispirazione steampunk con presenza femminile, così da iniziare a farvi un'idea di cosa intendo e... a scoprire i primi look a tema :)
Wikipedia ne suggerisce moltissimi, io ho scelto solo quelli che mi sembravano più interessanti sia dal punto di vista fashion che per l'effetto straniante e avvincente; sono tutti contemporanei quindi con riferimenti voluti a un mondo passato.

1

Risultati immagini per ritorno al futuro 3

venerdì 27 ottobre 2017

Tu(t)te al lavoro! [moda+pittura]

Questa settimana giochiamo a ribaltare le abitudini dei nostri appuntamenti con le arti: se mercoledì avete visto alcuni outfit ricreati a partire da fotografie di interni, oggi non troverete il consueto look ispirato ad un dipinto, bensì una serie di ispirazioni artistiche (e modaiole, ovviamente).
Le opere in questione non sono veri e propri dipinti ma creazioni grafiche e le loro protagoniste sono ragazze in abbigliamento da lavoro: tute, salopette, scarponi, tutto l'occorrente per un look da meccanica o operaia. L'ispirazione nasce proprio dal post di mercoledì incentrato sullo stile industriale.
Le prime muse che mi sono venute in mente sono state le pinup anni '40-'50, vivaci ragazze disegnate in ruoli anche maschili (all'epoca); dapprima per propaganda - quando gli uomini erano al fronte e c'era bisogno di manodopera femminile (più sobrie e realistiche nella rappresentazione), poi per gioco e strizzata d'occhio ai lavoratori - o motor-maniaci - maschi che avrebbero ben gradito colleghe simili (simpatiche e sbarazzine oltre che procaci ;) )

Kustom Kulture- I Live For This Shit

mercoledì 25 ottobre 2017

Abitare gli abiti, dalla casa al look: lo stile industriale [moda+fotografia]

Benvenuti nell'universo che vi presento questa settimana: lo stile industriale!
Come per gli altri mood finora scoperti, lo spunto è sempre una delle proposte di arredamento di Maisons du monde, azienda francese di mobili ed accessori per la casa.

Lo stile industriale si caratterizza per spazi, oggetti e materiali tipicamente non domestici rivisitati e riciclati per un utilizzo quotidiano. Il suo ambiente ideale è quello del loft e i suoi abitanti-tipo adottano criteri simili nella scelta dell'abbigliamento. Rispetto agli stili visti finora non è immediato pensare ad una trasposizione in capi e accessori; ma a ben vedere l'ispirazione industriale può assumere sfumature diverse basate su diversi mondi "tecnici", rivolti più al passato o più al futuro. Per capirci meglio scriverò due righe di spiegazione per ognuna delle idee di arredo/outfit; in generale possiamo comunque assimilare lo "stile industriale in chiave fashion" ad un mix eclettico che spazia dal rock/grunge, all'hipster, allo steampunk. Regnano sovrani i materiali grezzi, "duri e puri" come il denim e la pelle nera.


1. Cinema a Brooklyn
Ciak... si gira!



Un mood apparentemente semplice ma di carattere, con pezzi maschili e uno sguardo futuristico.

venerdì 13 ottobre 2017

Muse in stand-by

Causa impegni personali ho dovuto mettere le Muse a riposto per qualche giorno, ci rivediamo tra circa una settimana con nuove ispirazioni cinematografiche e un nuovo stile di arredo e look da scoprire (lo stile industriale! Riuscite a immaginare come può essere in versione indossabile? :D )

World of Dreams (1876). Lady Laura Theresa Alma-Tadema (English, 1852-1909). Oil on canvas.Lady Laura Theresa Alma-Tadema was one of the leading painters of the English salon painting of her day. She was a student and the second wife of Sir Lawrence Alma-Tadema. She specialised in highly sentimental domestic and genre scenes of women and children, often in Dutch 17th-century settings and style.
World of Dreams (1876). Lady Laura Theresa Alma-Tadema

mercoledì 11 ottobre 2017

Abitare gli abiti, dalla casa al look: lo stile vintage [moda+fotografia]

Oggi andiamo alla scoperta di un altro degli stili proposti da Maisons du Monde per il suo catalogo 2017: lo stile vintage. Passare dall'arredamento alla moda in questo caso è abbastanza facile, visto che il vintage è ormai da tempo un'ispirazione fashion per tutte le nostalgiche del '900.
Ma di quale epoca parliamo? Seguendo le idee per la casa notiamo che vengono mescolate diverse decadi, con preponderanza degli anni '60. In ognuno dei quattro look che ho costruito ispirata da materiali, forme e colori degli arredi è presente un mix che vi ricorderà di volta in volta elementi e sentimenti dei '30, '40, '50, '60, '70: dal déco al pop, dagli hippie-chic ai mod, dallo sbarazzino al bonton.
In effetti mi sono molto divertita a comporre questi outfit, essendo il vintage uno dei miei stili preferiti e in particolare la mescolanza di epoche diverse (operazione nella realtà molto delicata e difficile, che non mi riesce quasi mai :P )
Pronti a scoprirli insieme?

1. Rétro print
Let's twist again...


lunedì 9 ottobre 2017

Poesie Estetiche #2 [moda+letteratura]


E l'eco rispose
E l'eco rispose
tra le mura stellate.
Tutto cominciò quella notte,
la città e gli inganni


"E l'eco rispose", Khaled Hosseini


venerdì 6 ottobre 2017

Look fiabesco per una cerimonia incantata [moda+pittura]

Pensando al tema della settimana - i funghi in versione ipercolorata - ho incontrato questo ritratto fiabesco e sognante, intitolato "L'elfo sul fungo". Si tratta di un olio su tela dell'artista contemporanea Isabelle; l'opera si può ammirare e commentare sul portale Ioarte alla pagina www.ioarte.org/artisti/Isabelle/opere/l-elfo-sul-fungo/ 
I funghi presenti nel dipinto, in particolare il porcino in primo piano che fa da morbido materasso all'elfo addormentato, non sono in verità particolarmente colorati: hanno i toni marroncini tipici dei funghi più comuni e mangerecci. L'esplosione cromatica avviene tutta sul corpo dell'elfo (che ha sembianze piuttosto femminili, ecco perchè l'ho voluto interpretare come una delle nostre "muse" :) ).
Le ali leggere e l'abito drappeggiato sono di un fucsia cangiante e richiamano per forma e colore i petali del fiore accanto, appena più in ombra. La luce infatti, evanescente e quasi magica, accarezza soltanto la figura dormiente rendendola assoluta protagonista della scena.

Risultati immagini per elfo fungo "olio su tela"

L'atmosfera fiabesca di questo dipinto mi ha portato a concepire un outfit altrettanto "magico" e sottilmente ispirato alla natura, un look pensato per un'occasione speciale come l'invito a una cerimonia (ad esempio un matrimonio autunnale celebrato di giorno).

mercoledì 4 ottobre 2017

Funghi psichedelici e gonne colorate [moda+fotografia]

Riprenderemo presto i nostri post dedicati all'arredamento, ma oggi vi offro un piccolo intermezzo ispirato ad un elemento tipico dell'autunno appena iniziato: i funghi!
Di solito i funghi e il loro habitat boschivo rimandano ad atmosfere e tonalità scure, calde e soft, tipiche della stagione; quelli che vi presento sono invece funghi "psichedelici", dalle tinte pastello o squillanti ma comunque ben distinte dallo sfondo nebbioso su cui spiccano. Possiamo considerarli una sorta di bouquet autunnale, come quello ricreato dall'artista Jill Bliss nella foto di apertura ;)

Qué bonito! The Witch Is In • voiceofnature: Mushroom landart by Jill Bliss

Funghi allegri e solari dunque, ritratti in fotografie suggestive che li esaltano in forme e colori; funghi che... fungono d'ispirazione per altrettante gonne - le ultime dell'anno a gambe nude, ma riciclabili con le calze ;). Tra tutti i capi di abbigliamento sono quelle che più richiamano con la loro forma "a campana" le cappelle dei piccoli e misteriosi abitanti del bosco.

Buona visione sulle note di...

Colors green, brown, and yellow,...]

lunedì 2 ottobre 2017

Mitiche Bond Girl: Miss Moneypenny [moda+cinema]

Vi avevo promesso un "gran finale a sorpresa" per la rubrica sulle Bond Girl ed eccolo qua: un post dedicato alla vera, unica, inimitabile fedelissima di 007, Miss Moneypenny!
Compagna di tutte le avventure di James Bond grazie al suo ruolo di segretaria della centrale dei servizi segreti, condivide con lui un rapporto amichevole e affettuoso (e c'è chi dice vi sia anche del tenero ;) ). Nessuno la considera mai una "bond girl" perchè non è la bellona scosciata di turno, ma io voglio premiarla proprio per questo e perchè è un personaggio che mi è sempre stato simpatico :)

Si sono susseguite nel ruolo diverse attrici, ma la più famosa rimane

Lois Maxwell

che ha interpretato Miss Moneypenny per i primi 14 film, affiancando dunque Sean Connery, George Lazemby e Roger Moore. Il suo look è quello tipico delle segretarie anni '60-'70, con capelli cotonati, camicetta e filo di perle.

Immagine correlata

mercoledì 27 settembre 2017

lunedì 25 settembre 2017

Mitiche Bond Girl: Léa Seydoux [moda+cinema]

Ancora una francese per l'ultimo film di 007! Nonostante la presenza della nostra Monica Bellucci, ho preferito far largo ai giovani con Léa Seydoux, che d'altronde si può considerare la vera bond girl di "Spectre". Léa interpreta Madeleine, una giovane psicologa che James Bond (ancora Daniele Craig) si impegna a proteggere a ad accompagnare in un rocambolesco viaggio per il mondo.
Dopo i look in nero delle scorse Bond Girl vediamo qui la Seydoux splendere in bianco, colore sicuramente più affine alla freschezza e all'innocenza del personaggio.

venerdì 22 settembre 2017

Miroglio, 70 anni di stile in una mostra [moda+pittura]

Avendo già fatto il pieno di ispirazioni outfit con i post su casa e abbigliamento, oggi vi lascio un appunto diverso in tema artistico. Una piccola mostra fashion vi aspetta nella cittadina di Alba (CN), sede del Gruppo Miroglio - che comprende marchi famosissimi quali Motivi, Fiorella Rubino, Elena Mirò,... L'azienda ha compiuto ben 70 anni di storia, prima come produttore tessile poi nel confezionamento di capi sempre più variegati nello stile e nel target, al passo coi tempi.
Una storia di provincia che si racconta attraverso fotografie d'epoca, documenti aziendali, video e la ricostruzione di venti modelli degli anni '50-'60, coloratissimi, esposti lungo una passerella al centro della sala come in una sfilata virtuale. 

Risultati immagini per miroglio 70 anni

E' proprio attraverso questi look, di cui è interessante scoprire la "ri-costruzione" e l'animazione nei video sottostanti, che troviamo un collegamento col mondo dell'arte e della pittura: sono infatti caratterizzati da originali fantasie nate nel gusto di quegli anni ma sempre attuali (geometrie, fiori, trame scozzesi), creazioni rinomate della Miroglio che si distinse anche all'estero proprio per stile e competenza grafica dei tessuti - più ancora che per il taglio degli abiti. Questi disegni, ristampati in formato cartolina, diventano un omaggio al visitatore che può scegliere i preferiti e portare a casa un ricordo della mostra; quasi dei quadretti pop art, magari da ricombinare insieme fra trame e colori per dare vita a un'opera personalizzata :)
Nel manifesto della mostra un'esempio di grafica tessile firmata Miroglio: fiori superstilizzati a effetto casuale su sfondo blu, una della mie preferite!

Risultati immagini per miroglio 70 anni

La mostra non è il solo elemento a valere un viaggio in quel di Alba: si può cogliere l'occasione per partecipare all'annuale Fiera del Tartufo, ricca di eventi e di golosità locali (non solo tartufo :) ), oltre che per visitare le bellezze storiche e paesaggistiche del centro cittadino e dei dintorni collinari.

Miroglio 70 anni
Dal 14 settembre al 20 ottobre, presso il Palazzo della Banca d'Alba.
Orari: 
dal martedì al venerdì 10-12,30  14,30-19
sabato e domenica 10-19


mercoledì 20 settembre 2017

Abitare gli abiti, dalla casa al look: lo stile etno-pop [moda+fotografia]

Con il post di oggi entriamo nell'universo etno-pop: mentre nello stile esotico-chic dettava legge la sobrietà, qui c'è un'esplosione di colori, motivi, stampe, decori, tutto mescolato in allegria. Ma con un sottile equilibrio a reggere le fila per evitare di cadere in arlecchinate senza senso.
Uno stile quindi apparentemente casual e facile da realizzare, ma in realtà altrettanto curato quanto gli altri. La maggiore libertà cromatica corrisponde ad una maggiore libertà anche nelle forme e nei movimenti, resi fluidi da tessuti e tagli morbidi, con l'aggiunta di scarpe pratiche (ma sempre stilose) per vere globetrotter sempre in movimento.

Sia per quanto riguarda l'arredamento che per gli outfit, lo stile etno-pop lo vedremo declinato in tre combinazioni: ce n'è già abbastanza per viaggiare con la fantasia e per individuare il mood più adatto al nostro gusto... etnico :)

1. Palme fizz
Un universo grafico dal carattere esotico



lunedì 18 settembre 2017

Mitiche Bond Girl: Bérénice Marlohe [moda+cinema]

Stiamo giungendo ai momenti più recenti della storia cinematografica bondiana, precisamente al 2012 con "Skyfall", noto per l'omonima canzone di Adele - colonna sonora del film.
Accanto ad uno 007 sempre più tormentato vediamo Séverine, misteriosa e seducente donna incontrata dall'agente in un casinò a Macao.
L'esotismo del luogo e del personaggio sono pienamente espressi dalla sua interprete, l'attrice e modella Bérénice Marlohe: francese, ma per metà orientale (il padre ha origini cambogiane e cinesi).
Un fascino magnetico che nella pellicola viene esaltato dal trucco e dalle scelte di costume: sontuosi abiti in rosso e nero che paiono disegnati sulla sua pelle.

venerdì 15 settembre 2017

Abitare gli abiti, dalla casa al look: lo stile etno-chic [moda+fotografia]

Come promesso riprendiamo l'argomento moda+arredamento, che ci accompagnerà per tutto l'autunno: ci aspettano ancora tanti stili da approfondire visualmente!

[Ricordate come è iniziato il tutto? Con un catalogo Maisons du Monde e con un test per scoprire il vostro stile di arredamento preferito!]

L'appuntamento di oggi è dedicato allo stile etno-chic, come ho voluto chiamare quel filone del gusto esotico che ama giocare tra accostamenti sobri e raffinati e materiali dall'aspetto pregiato.
In chiave fashion questo stile si declina nel boho-chic, quello però che tende più all'etnico che al romantico. Andiamo ora alla scoperta di quattro declinazioni di arredo/look, partendo dalle tonalità più neutre fino ad arrivare a qualche ben dosato tocco di colore.

1. Palme soft
Matrimonio etnico in bianco e nero

lunedì 11 settembre 2017

Mitiche Bond Girl: Olga Kurylenko [moda+cinema]

Riprendiamo anche il tour fra le mitiche Bond Girl di tutti i tempi con la bellissima Olga Kurylenko, attrice ucraino-francese coprotagonista in "Quantum of Solace" (2008).
Nel film, accanto al James Bond di Daniel Craig, interpreta Camille Montes, amante di un facoltoso imprenditore invischiato in loschi affari politici boliviani.


Oltre al bel taglio di capelli, Olga ci regala come ispirazione un paio di look in nero eleganti ma non troppo, adatti anche alle comuni mortali (fisico permettendo :P ).

venerdì 8 settembre 2017

Lady of the House [moda+pittura]

Dopo un luuungo riposo estivo le Muse riprendono il loro giro, siete pronti a seguirle?
Cominciamo con un appuntamento davvero speciale, perchè su ispirazione dello stesso dipinto escono in contemporanea due post:
- qui su Le Muse di Kika il post MODA+PITTURA, con l'outfit della protagonista
- sul blog "Ricette fuori fuoco" il post L'ARTE A TAVOLA con una ricetta studiata da me e realizzata e fotografata dalla poliedrica blogger Emanuela.
Come noterete infatti il quadro di oggi si presta sia al tema modaiolo che a quello culinario :)


"Lady of the House" è il titolo dell'opera e William Henry Margetson ne è l'autore.
Per un approfondimento sulla sua vita e sul soggetto di questo ritratto dall'atmosfera così quieta e domestica vi rimando al post di Emanuela; qui passiamo direttamente alla creazione dell'outfit moderno ispirato alla ragazza protagonista.

Visto il tema del dipinto ho pensato a qualcosa di semplice ma d'effetto da indossare per un pranzo o una cena in casa propria in compagnia di ospiti. Se si sta ai fornelli (o anche solo a preparare... un'insalata ;) ) occorre vestire comodo e pratico, ma una tuta informe e le ciabatte di tutti i giorni non sono proprio l'ideale... Meglio davvero prendere ispirazione dalla graziosa "signora di casa" primo '900 dipinta da Margetson!

mercoledì 2 agosto 2017

Muse in stand-by

Muse in stand-by, ci rivediamo... non la prossima settimana, ma a inizio settembre.
Questa volta, come ogni agosto, il blog va in pausa lunga per ricaricare le batterie e tornare con nuove nuovissime ispirazioni.
Buone vacanze anche a voi, che siano su prati di montagna, su spiagge assolate o per le vie di belle città :)

Yuri Klapouh [Юрий Клапоух] ~ Ukrainian painter | Tutt'Art@ | Pittura * Scultura * Poesia * Musica |

giovedì 27 luglio 2017

Abitare gli abiti, dalla casa al look: lo stile marino [moda+fotografia]

Prima di salutarci per le vacanze inauguriamo il primo post della serie "Abitare gli abiti, dalla casa al look". Attraverso questa nuova rubrica riceverete spunti per il vostro abbigliamento ispirati ad altrettanti stili di arredamento (avete fatto il test per scoprire qual è il vostro?). Le categorie di stile le ho prese pari pari dalle collezioni di mobili e accessori proposte da Maisons du monde (www.maisonsdumonde.com), marchio francese di arredamento che segue costantemente le tendenze più interessanti in circolazione.
In effetti è proprio grazie a questo marchio, di cui mi sono innamorata (ma che non mi ha assoldata come testimonial, sia chiaro :) ), che mi è venuta l'idea di accostare i due ambiti. In fondo il modo in cui "vestiamo" la casa ha molto a che fare con lo stile che preferiamo indossare; entrambi sono, in scala diversa, mezzi con cui esprimiamo noi stessi e il nostro gusto.
Il primo mood che vi presento è molto adatto alla stagione in corso ed è lo stile marino.
Sia in casa che indosso è caratterizzato da materiali naturali (cotone, lino, rafia, legno grezzo...) e da colori neutri tendenti al chiaro (bianco, beige, blu in varie gradazioni...) che rispecchiano ovviamente le sfumature dei paesaggi marini. Si ispira agli elementi più puri degli oceani e alle abitazioni tipiche di alcuni luoghi marinari, dalle coste più lontane a quelle bretoni. In versione abbigliamento si traduce in un look pulito e minimale con leggeri tocchi navy, affine allo stile preppy.
Per ogni stile vi proporrò quattro diverse interpretazioni, sia di arredo che di relativo outfit; così avrete più ispirazioni e potrete individuare con precisione la variante più adatta al vostro gusto ;)
Ecco a voi i quattro "casa-look" in mood marino.


1. Bahia & Co
Legni di mare, materiali naturali, metallo... per navigare fra inventiva e recupero

lunedì 24 luglio 2017

Mitiche Bond Girl: Eva Green [moda+cinema]

Ci avviciniamo ai nostri giorni e iniziamo la serie di 007 interpretati da Daniel Craig, che personalmente non vedo molto bene nel ruolo di James Bond (sono troppo abituata all'aria scanzonata attribuitagli dagli attori precedenti). In compenso trovo Eva Green una delle più fascinose Bond Girl, ma più in generale una delle donne più belle del mondo. In "Casino Royale" (2006) interpreta Vesper Lynd, collega di Bond, e indossa abiti e look decisamente affascinanti, con un soffio vintage anni '30 che trovo adorabile.

Immagine correlata

sabato 22 luglio 2017

Test: scopri lo stile della tua casa dei sogni!

Buongiorno Musetti, scusate queste Muse scortesi, hanno fatto pausa senza nemmeno avvisare :P
Per farsi perdonare vogliono farvi divertire con un piccolo test, un gioco visivo per indagare i vostri gusti in fatto di arredamento. Eh sì, ogni tanto anche loro hanno voglia di pensare a qualcosa di diverso da vestiti e accessori... ma sempre fashion ;)

Il test "Scopri lo stile della casa dei tuoi sogni" lo trovate sulla pagina facebook delle Muse di Kika:
https://www.facebook.com/pg/lemusedikika/photos/?tab=album&album_id=504446776554702



Questo è solo l'inizio di una serie di post che ci accompagneranno per tutta l'estate e l'autunno, in cui gli stili di arredamento ci saranno d'ispirazione per quelli... di abbigliamento :)
Buon divertimento e a presto!

Kika

lunedì 17 luglio 2017

Mitiche Bond Girl: Halle Berry [moda+cinema]

Quando nel 2002 uscì "007 - La morte può attendere" la protagonista femminile fece particolarmente parlare di sè. Un po' perchè se non erro fu la prima Bond Girl di colore (almeno se parliamo di personaggi principali), un po' perchè sembrò replicare in grande stile il successo in bikini di Ursula Andress. Il costume di Halle Berry è molto simile a quello di Ursula come modello, ma di colore arancione anzichè bianco. Immagino che quell'anno ci sia stata un'impennata nelle vendite di bikini arancioni, sebbene sia una tonalità che sta bene a poche ;) 

Risultati immagini per halle berry 007

venerdì 14 luglio 2017

mercoledì 12 luglio 2017

Frappè al cioccolato [moda+fotografia]

Lo ammetto ragazzi, questo post ha preso il via da una situazione di moda ma si è trasformato in una "food immersion" nella golosità!
Lo spunto viene da un paio di acquisti fatti in uno dei miei giri tra bancarelle vintage.
Come sovente mi capita, senza farlo apposta vengo catturata da un misterioso fil rouge che collega tutti i miei acquisti del momento: un colore o una gamma di colori che si armonizzano particolarmente. In questo caso si è trattato delle tonalità di marrone più calde, soft e chiare, abbinate qua e là con un complementare e rinfrescante turchese.


Ricomponendo gli acquisti a casa e provando altri abbinamenti (come i sandali, che già avevo) mi è venuto da pensare che tutto ciò mi ricordava la sensazione di... un frappè al cioccolato!
Col suo morbido e rassicurante marrone diluito nel latte, i cubetti di ghiaccio, qualche ciuffo di panna... che bontà! E' il massimo per togliersi uno sfizio goloso in piena estate - e piena afa, volendo andare oltre al più leggero succo di frutta o bibita classica.
Da qui in avanti, dunque, vi porterò nel mio sogno dolce e rinfrescante e vedrete non più vestiti, ma solo e soltanto... fantastici milkshake al cioccolato! 

lunedì 10 luglio 2017

Mitiche Bond Girl: Sophie Marceau [moda+cinema]

Riprendiamo il tour delle Bond Girl con un'attrice francese resa celebre dal suo ruolo di ragazzina ne "Il tempo delle mele": Sophie Marceau. La vediamo accanto a Pierce Brosnan ne "Il mondo non basta", girato nel 1999. Interpreta Elektra King, sua amante e avversaria in un'intricata avventura nel mondo della grande industria russa. Con lei si torna alla sontuosità di splendidi abiti da sera in colori intensi e ricami preziosi, che esaltano il fascino seducente di una donna altolocata e priva di scrupoli.

Risultati immagini per sophie marceau il mondo non basta

lunedì 3 luglio 2017

venerdì 30 giugno 2017

Umbrella Lady [moda+pittura]

Con gli ultimi giorni di pioggia dopo tanta arsura cade proprio a fagiolo il quadro di oggi, scelto tempo fa per i dettagli del look raffigurato: scarpe rosse (come quelle viste la scorsa settimana) e top marinière (il tema lanciato questo mercoledì).
Il dipinto fa parte della serie "Umbrella Ladies" della pittrice contemporanea Laura Lee Zanghetti.


giovedì 29 giugno 2017

Righe e bianco-nero: la marinière che va con tutto [moda+fotografia]

Oggi mi lascio ispirare da una piccola conquista realizzata quest'anno: ho finalmente trovato la "mia" marinière, la maglietta a righe indispensabile in ogni guardaroba e che fa tanto parigina chic.
La cercavo a strisce bianche e nere perchè avevo in mente di abbinarla il più possibile, anche con gonne e pantaloni fantasia - e ne ho diversi con bianco e nero, che d'altronde sono i poli opposti neutri in assoluto e per definizione "vanno con tutto". Un top a righe bianconere va davvero con tutto e con ogni stile: jeans, pantaloni o gonne floreali, shorts, gonne a ruota; pelle o perle; paglia o vernice... se avete il dubbio potete risolverlo guardando gli outfit in marinière che ho scovato per voi nella fashionsfera. Qual è il vostro abbinamento preferito?


Anna Szczekutowicz

lunedì 26 giugno 2017

Mitiche Bond Girl: Michelle Yeoh [moda+cinema]

Ecco a voi la prima bond girl asiatica, Michelle Yeoh, insieme a Pierce Brosnan ne "Il domani non muore mai" (1997). Yeoh interpreta Wai Lin, colonnello capo dei servizi segreti cinesi, abile sia con la pistola che - ovviamente - con le arti marziali orientali.

Il look di Wai Lin è piuttosto informale e pratico (per una volta, e la cosa mi piace!), caratterizzato da tessuti semplici o dalla pelle nera. Non manca però il solito outfit da sera sexy e luccicoso a fare da compagno all'abito elegante con papillon di James Bond, soprattutto per le foto promozionali :)

venerdì 23 giugno 2017

Il fascino eterno delle scarpe rosse... dal boudoir all'apericena [moda+pittura]

L'abbiamo visto nell'ultimo post: un paio di scarpe rosse non passa mai di moda e riesce a dare un tocco speziato anche al look più semplice. Lo sapevano anche le donne dell'800, come la protagonista di questo squisito "Nel boudoir" ad opera di Lucius Rossi (1869). E' passato un secolo e mezzo ma le decolleté rosse rimangono tra i più gettonati elementi del fascino femminile ;)

giovedì 22 giugno 2017

Scarpette rosse [moda+fotografia]

...quelle scarpette un po' retro, proprio come le "scarpette rosse" di Dorothy ne "Il mago di Oz". 
Un paio di scarpe come queste possono diventare un'ossessione, come nell'omonima fiaba di Andersen (che come tutte le sue fiabe ci va giù pesante).
Seguendo il... fil rouge dei papaveri, dal rosso della gonna sono passata ai piedi e ho raccolto per voi belle immagini di scarpe rosse dallo stile vintage: decolleté, ballerine e maryjane che con la dolcezza delle forme attenuano la passionalità del colore. Tra un modello e l'altro vedrete anche qualche suggerimento di outfit (valido anche per decolleté rosse più classiche) grazie alle foto di varie fashionistas scovate su Pinterest.
Scegliete il vostro look preferito!

Live to Tell the Fairytale Heel. Foraying new style frontiers can feel like a wild ride, but with these brick red pumps by Chelsea Crew completing your look, youll thrive! #red #wedding #modcloth

lunedì 19 giugno 2017

Mitiche Bond Girl: Izabella Scorupco e Famke Janssen [moda+cinema]

Inauguriamo oggi gli anni '90 e la serie di James Bond interpretati da Pierce Brosnan.
"GoldenEye" (1995) vede come co-protagonista femminile Izabella Scorupco, attrice polacca, nei panni della programmatrice Natalya Simonova.
Ma un altro personaggio altrettanto importante mi sembra interessante da farvi conoscere, così ecco l'altra bond girl della situazione: Famke Janssen, attrice e regista olandese, interprete della pilota sovietica Xenia Onatopp.

A sinistra: Izabella Scorupco - A destra: Famke Janssen

martedì 13 giugno 2017

Muse in stand-by

Comunicazione di servizio: per cause di forza maggiore le Muse sono in stand-by, ci rivediamo la prossima settimana!
(d'ora in avanti ogni volta che ci fossero delle difficoltà a pubblicare verrete avvisati e "ricompensati" con una musa dormiente ;) )

Paintings by Wlodzimierz Kuklinski
Wlodzimierz Kuklinski

lunedì 12 giugno 2017

Mitiche Bond Girl: Carey Lowell [moda+cinema]

Secondo e ultimo appuntamento con Timothy Dalton nei panni di James Bond in "Vendetta privata" (1989), film ambientato nel mondo dei narcotrafficanti. Tra le varie figure femminili la "bond girl" per eccellenza è Carey Lowell, interprete della bella e tosta Pam Bouvier.
Capelli corti alla maschietta e fisico mozzafiato, Carey replica il successo della protagonista precedente nei look sofisticati in total black o total white. Nessuna mezza misura per Pam Bouvier!

venerdì 9 giugno 2017

Dalla Svezia in gonna rossa [moda+pittura]

Per presentarvi l'outfit di oggi di ispirazione artistica sono incappata in questo dipinto di un interessante espressionista svedese, Einar Jolin. Non avevo mai incontrato un pittore di questa nazione ed è stata un bella scoperta. Jolin, attivo nei primi del '900, scelse come universo soggettistico scene di vita quotidiana in interni o esterni, con figure stilizzate e allungate (un po' alla Modigliani). Spesso le sue protagoniste sono donne vestite di vivaci colori, gli stessi colori che in altre tonalità, a contrasto, compaiono su sfondi di pareti, quadri, cielo e mare.


Questa "Donna in gonna rossa" dalla posa statuaria e sinuosa, per esempio, col suo gioco di rosso e nero fa da contraltare alla delicatezza acquea della parete e della tela floreale sullo sfondo. Chissà, forse si trattava di un altro suo dipinto, oppure era opera della donna ritratta...

Ho cercato di ricostruire lo stesso tipo di contrasto muovendomi tra capi e accessori, per un look sensuale e spiazzante adatto ad una sera in cui una donna voglia far colpo con personalità. 

mercoledì 7 giugno 2017

Rosso d'estate con le gonne-papavero [moda+fotografia]

I papaveri tornano puntalmente a punteggiare di rosso i nostri campi e questo blog; stavolta i loro petali leggeri mi hanno ispirato l'immagine di tante gonne rosso fuoco, anzi... rosso papavero!
Corta, midi o decisamente lunga, la gonna rossa conferisce allegria o sensualità ad un outfit semplice, in toni chiari per lasciare che al centro dell'attenzione sia il "pezzo forte" del look. Oppure con qualche piccolo richiamo negli accessori. A seconda del taglio si adattano a molti stili diversi: vedere per credere, ecco qualche esempio dalle fashion blogger e dalle stilose catturate dal web!

Buona visione sulle note di... "Rosso" - Niccolò Fabi
[La colonna sonora che ho scelto era più adatta agli abiti che alle gonne, ma un post sui vestiti rossi
l'avevo già fatto, quindi ce la facciamo andare bene lo stesso :) ]

Fonte: Pinterest

lunedì 5 giugno 2017

Mitiche Bond Girl: Maryam d'Abo [moda+cinema]

Siamo ormai nel pieno degli anni '80 e inauguriamo una nuova era per l'agente 007 James Bond, interpretato da un nuovo attore che gli conferisce un carattere meno scanzonato rispetto ai precedenti: Timothy Dalton. Il suo film d'esordio è "Zona pericolo" (1987) e vede come protagonista femminile Maryam d'Abo. La bond girl in questione è Kara Milovy, violoncellista-killer dal fascino est europeo. Scopriamo insieme i suoi look in bianco e nero, decisamente intriganti!

mercoledì 31 maggio 2017

OVS Arts of Italy [moda+fotografia+arti decorative]

Buongiorno Musetti, mi spiace aver di nuovo saltato una settimana di blog ma purtroppo gli impegni di lavoro mi stanno assorbendo parecchio... d'ora in avanti cercherò di essere puntuale con i nostri appuntamenti artistici o, se proprio non riesco, ad avvisarvi per tempo della "pausa forzata" :P

Dopo il lunedì con Grace Jones ecco un post poliedrico e artistico a tutto tondo, che sarà l'unico protagonista di questa settimana. Per il secondo anno il marchio di moda OVS ha pensato bene di attivarsi con l'iniziativa Arts of Italy, un lodevole progetto che prende ispirazione da opere minori di musei e luoghi artistici d'Italia. Il bello è che OVS parte da questi piccoli grandi capolavori, ne trae spunto per creare a sua volta arte applicata ossia una speciale collezione moda, e infine col ricavato dalle vendite contribuisce al restauro e alla valorizzazione di tali opere. Già OVS è uno dei miei brand low-cost preferiti (trovo sempre capi con un'ottimo rapporto qualità-prezzo), poi facendosi in questo modo paladino delle arti e del patrimonio culturale italiano... be', mi conquista definitivamente :)

Ho visto in negozio i capi della collezione Arts of Italy e devo dire che anche quest'anno non sono niente male. Mi piace l'immaginario che viene evocato: un Rinascimento nostalgico dell'antichità, un mondo perduto di eroi e veneri al profumo di mare greco... potrei definire così le sensazioni che ho provato. I miei pezzi preferiti sono la giacchetta dorata con motivo ispirato alla conchiglia-versatoio e l'abitino con fantasia naturalistica ripresa dal tavolo in pietre dure, entrambi fiorentini. Ma passiamo alle immagini, eccovi questi e altri pezzi superspeciali da accaparrarsi quanto prima!

Ecco la giacca indossata da Emma Marrone, una delle testimonial della collezione
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...