venerdì 11 aprile 2014

Una bellezza giapponese tra petali di ciliegio [moda+pittura]

Mentre sto ultimando di scrivere questo post ripenso ad una coincidenza sorprendente: sono appena tornata dal cinema e nella piazza davanti alla sala c'erano dei bellissimi ciliegi giapponesi pieni di fiori rosa, una stupenda varietà ornamentale. Mercoledì avevo in mente i ciliegi fioriti ma in realtà solo stasera ho potuto fare un incontro ravvicinato con le loro belle nuvole rosa :)
Sushi, manga, geishe e... ciliegi in fiore sono, nel nostro immaginario, tra i più tipici elementi del Giappone: non potevo quindi fare a meno di volgermi al Sol Levante per scovare il dipinto di oggi.



In verità non si tratta di un dipinto bensì di una stampa, realizzata dal pittore e disegnatore giapponese Tatsumi Shimura nel 1953. Io non me ne intendo molto di arte giapponese, ma so riconoscere - come certamente anche voi - la delicatezza del tratto e dei soggetti che è tipica di questa cultura e mi affascina non poco. Di Shimura posso dirvi che cominciò la sua carriera come illustratore per una rivista femminile edita  in Giappone negli anni '20: "Fujokai", ossia "Il mondo delle donne". E il mondo delle donne doveva attrarlo parecchio, visto che si specializzò in ritratti femminili. Si può dire che la sua arte sia tutta volta a celebrare la bellezza delle donne: incantevole bellezza di fanciulle e signore di un Giappone in fase di transizione, in bilico fra tradizione e modernità.

Il ritratto che vedete si chiama "Falling cherry blossoms" (scusate se lascio la traduzione inglese, ma in italiano non mi viene una frase che suoni altrettanto bene :P) e fa parte di una serie di cinque denominata "Five Modern Beauties".
A prima vista questa donna può sembrare una figura senza epoca, altro che moderna: tutto in lei parla di tradizione secolare giapponese. Il trucco mirato a far risaltare la pelle bianchissima e la bocca rossa rossa, la pettinatura, i drappeggi di stoffa del kimono... per non parlare della pioggia di petali di ciliegio, tema caro ai giapponesi di sempre (il famoso Hanami). Ma guardate bene cosa tiene in mano... eh già, è proprio una borsetta, anzi una clutch in perfetto stile anni '50 occidentale!

Vi piace il look di questa bella giapponese al passo con i tempi ma fiera della propria identità culturale?
Dal nostro canto possiamo imitarla scegliendo un outfit romantico con tocchi in puro stile Jap.

Cominciamo con l'abito: non un kimono, ma un vestitino in fantasia altrettanto delicata...

Pioneer Park Floral Dress





...da completare con una sciarpa/stola:

BCBGeneration Women's Animal Instincts Scarf






Con la borsetta ho fatto un gioco di somiglianza ma anche di inversione, scegliendo
una clutch d'ispirazione giapponese:

Mei Vintage Origami Clutch - black






Le scarpe, di conseguenza, le ho immaginate come zeppe geisha style (un po' altine ma ci voleva :)

Zara Combined Wedge






Restava quella ciliegina sulla tort.. ehm, testa, che ho ripensato così
(a voi la scelta tra la spilletta tonda, più somigliante, o le floreali... o anche tutte insieme!):

Red Hair Pin // Handmade Fabric buttons hair clips // Set of 3 // Polka Dots // Summer Hairpins set






Voilà, ora sentiamo cos'ha da dirci Gillipixel in proposito, con la sua consueta rubrica gemellata a base di somiglianze fisioniomiche e rivelazioni varie - in questo caso sull'arte giapponese! Chiudo e passo qui su andarperpensieri.blogspot.it, buon weekend a voi tutti!


PS: se non avete ancora visto il mio ultimo post "Arte a tavola" correte sul blog Ricette Fuori Fuoco, dove con Emanuela ho trasformato un quadro del '600 in una ricetta a base di pesce!


8 commenti:

  1. Kikina mia dolce!!! la borsa è identica!!! e la sciarpa?io sono senza parole!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ema!! La sciarpa mi ha colpito perché pur non essendo a fiori ha quel motivo delicatissimo molto simile, non certo il classico animalier :) E poi avendo quel tocco di beige richiama un po' il legno di borsa e scarpe.

      Elimina
  2. Ah la borsetta è bellissima, ha un feeling vintage e assieme 'orientale' dato dal legno che è semplicemente adorabile!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai detto bene Maria, vintage ed oriente, un mix irresistibile! La adoro anch'io, è una rivisitazione riuscitissima della "borsetta della nonna" :)

      Elimina
  3. Stavolta ti sei superata, Kika :-) bellissime le tue "interpretazioni", hai davvero un occhio che parla il linguaggio della moda :-)...persino il dettaglio della ciliegina...l'avevo notata, lassù dispersa :-) e tu l'hai colta al volo per suggerire quelle spillette sfiziose :-)...anche la scelta delle zeppe Geisha style mi ha proprio esaltato (per quanto ne può sapere un profano di moda come me :-)...

    La cosa bella, nell'insieme, è che hai proposto una soluzione senz'altro "occidentale", ma che conserva l'aura dell'originale giapponese :-) sono orgoglioso di essere tuo collega di blog :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Gilli!! Mi fai venire le lacrimucce agli occhi, ma davvero, a sapere che le mie reinterpretazioni riescono ad avere un riscontro così positivo. Grazie carissimo collega :)

      Elimina
  4. I tuoi post di Arte e Moda sono sempre fantastici! Bravissima :D

    Virna ♥
    OGNIRICCIOUNCAPRICCIO

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Virna, sono contentissima che ti sia piaciuto!!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...